Risotto fave piselli e zafferano

di Lucia T.

200 g di riso carnaroli
• 250 g di fave bollite e piselli
• 30 g di olio extravergine di oliva
• 1/2 scalogno
• 1 litro di brodo vegetale
• 1/2 bicchiere di vino bianco
• stimmi di zafferano
mettiamo a rinvenire gli stimmi di zafferano in una tazzina, con poca acqua calda: inoltre sbucciamo e sbollentiamo le fave in acqua per un paio di minuti. Facciamo bollire il brodo.
Procediamo affettando finemente lo scalogno e mettendolo a rosolare nell’olio, in una casseruola. Lasciamolo imbiondire, quindi uniamo il riso e, mescolando energicamente, facciamolo tostare per un paio di minuti.
Sfumiamo con il vino bianco e, dopo averlo lasciato evaporare per qualche minuto (sempre mescolando), iniziamo a incorporare del brodo vegetale fino a ricoprire il riso. È importante mescolare spesso il riso con movimenti decisi per facilitare il rilascio degli amidi che conferiranno al risotto una piacevole “cremina”. Continuiamo con questo procedimento per una decina di minuti, mescolando e continuando a innaffiare con il brodo non appena il riso appare troppo asciutto.
Nel frattempo sbucciamo le fave.
Uniamo le fave al risotto assieme agli stimmi di zafferano (compresa l’acqua nella quale li abbiamo messi a rinvenire) continuando a mescolare. Poco prima che il tempo di cottura sia scaduto assaggiamo e aggiustiamo di sale.
Una volta cotto, a fuoco spento, lasciamo riposare a coperchio chiuso per qualche minuto.